WordPress SEO by Yoast: il miglior plugin SEO per WordPress

Share:
Stampa

WordPress SEO è stato creato da Yoast de Valk, uno dei più famosi esperti WordPress. Si tratta di un plugin con aggiornamenti molto frequenti che in poco tempo è diventato senza dubbio il più completo ed una scelta obbligata se si vuole migliorare il numero di visitatori in arrivo da Google e dagli altri motori di ricerca.
[banner336]
WordPress SEO contiene moltissime impostazioni e strumenti molto avanzati e, senza una guida, può essere difficile ottenere i risultati sperati, specialmente se non si è esperti. Vediamo quindi come configurarlo al meglio: una volta installato, comparirà un menù dal titolo “SEO”, contenente numerose voci.

WordPress SEO by Yoast - Menu

Oltre a questo, nell’editor di post e pagine e nell’editor di categorie e tag comparirà la SEO Box.

SEO Box

La SEO Box è lo strumento più avanzato del plugin e consente di analizzare ed ottimizzare i singoli post e pagine. Vediamo come è composta.

General

 

WordPress SEO by Yoast - SEO Box

  • Snippet Preview: è un’anteprima di come l’articolo o pagina comparirà nei risultati di Google. Molto utile per avere un’idea delle informazioni da inserire sia nel title che nella descrizione per attirare più visitatori.
  • Focus keyword: si tratta di una parola chiave (formata anche da più parole) su cui focalizzare l’analisi della pagina. Nel momento in cui la si digita, il plugin in automatico ne suggerirà alcune basandosi sulle ricerche più frequenti di Google. Una volta impostata, se si salva la bozza, il plugin effettua un’analisi del contenuto della pagina verificando dove e quante volte la parola chiave compare. Per avere la massima ottimizzazione SEO, la parola chiave deve comparire nel SEO title, nel permalink, nel titolo del post o pagina e nel contenuto.
  • SEO title: è la frase che viene inserita nel campo title della pagina ed è l’elemento più importante dal punto di vista SEO. I motori di ricerca ne visualizzano solo i primo 70 caratteri, quindi non deve essere troppo lungo. Deve contenere le parole chiave per cui si vuole essere raggiunti dai visitatori che effettuano ricerche, ma allo stesso tempo deve avere un senso e non essere un elenco sconnesso di parole, altrimenti chi legge potrebbe non comprendere e di conseguenza non cliccare. Se si clicca su “Generate SEO title” verrà copiato il titolo dato alla pagina o post.
  • Meta Description: è il testo che compare sotto al titolo nei risultati di ricerca. Dal punto di vista SEO non ha alcuna importanza, ma è utile per attirare gli utenti, quindi dovrebbe contenere una breve frase per incuriosire e convincere i lettori a cliccare. La lunghezza massima è di 140 caratteri.

Page Analysis

L’analisi della pagina è uno strumento sviluppato in collaborazione con Linkdex e viene aggiornata ogni volta che si salva la bozza. Contiene una lista di ottimizzazioni da effettuare per ottenere risultati migliori lato SEO.

WordPress SEO by Yoast - Page Analysis

In rosso ci sono i problemi gravi, che vanno corretti prima di pubblicare l’articolo, in giallo ciò che va bene ma potrebbe essere migliorato, in verde le impostazioni ottimali. Ciascun elemento è descritto in modo chiaro, quindi anche i meno esperti possono operare senza troppi problemi. L’unico neo è rappresentato dalla lingua inglese: se non si ha una buona conoscenza, può esser difficile comprendere le spiegazioni. Prossimamente intendo dedicare un post alle ottimizzazioni SEO, quindi consiglio a chi è interessato, di iscriversi al feed RSS o alla fan page su Facebook.

Advanced

Nel pannello Advanced della SEO Box ci sono alcune impostazioni avanzate, che andrebbero modificate solo se si è realmente consapevoli di ciò che si sta facendo.

WordPress SEO by Yoast - Advanced

  • Meta Robots Index: indica ai motori di ricerca se indicizzare o meno la pagina.
  • Meta Robots Follow: indica ai motori di ricerca se trasferire il valore della pagina ai link presenti in essa (sia link interni al sito che esterni).
  • Meta Robots Advanced: impostazioni avanzate (NO ODP, NO YDIR, NO Archive, No Snippet).
  • Include in Sitemap: si può decidere se includere (always) o meno (never) il post o pagina nella sitemap. Se si lascia Auto detect verranno usate le impostazioni specificate nella pagina XML Sitemaps.
  • Sitemap Priority: si può scegliere la priorità della pagina. Se si lascia Automatic prioritization verranno usate le impostazioni specificate nella pagina XML Sitemaps.
  • Canonical URL: consente di modificare il tag canonical del post o pagina.
  • 301 Redirect: consente di specificare un redirect 301 verso un altro indirizzo. Il Redirect 301 trasferisce il valore SEO del post o pagina all’indirizzo di destinazione.

Terminata la descrizione della SEO Box, vediamo nel dettaglio le pagine del pannello di amministrazione di WordPress SEO.

Dashboard

La pagina dashboard contiene le impostazioni generali del plugin. Nei general settings abbiamo la possibilità di disabilitare la “SEO box” (vedremo di cosa si tratta nel prossimo paragrafo) dalle pagine di modifica dei post, delle pagine dei tag, delle categorie ecc. Le meta keywords ormai non hanno più valore dal punto di vista dei motori di ricerca, quindi è inutile attivarle.

WordPress SEO by Yoast - Dashboard

Molto interessante è invece il pannello Webmaster Tools, dove si può inserire il codice di verifica degli strumenti per webmaster di Google, Yahoo e Bing. Chi li ha già utilizzati, sa che si deve inserire un meta tag con un codice di verifica nell’header, caricare un  file .txt con il codice nella cartella principale del sito, oppure impostare un particolare record DNS per dimostrare di essere proprietari del sito. Questo plugin rende semplice e veloce la prima delle tre procedure.

Titles

Nella pagina Titles si possono definire i campi title e meta description della pagina home e impostare quelli di default per i post, le pagine, le categorie e i tag. Ovviamente queste impostazioni possono poi essere sovrascritte se necessario usando la SEO Box negli editor. Prima di procedere si deve controllare nel file header.php (Aspetto->Editor) e verificare che il codice che genera il campo title sia simile al seguente:

<title><?php wp_title(''); ?></title>

Se non si ha le conoscenze per modificare il codice, si può selezionare l’opzione Force rewrite titles, che forzerà i title dati dal plugin, penalizzando però leggermente le prestazioni. Subito sotto possiamo definire i valori per la home, i post e le pagine.

WordPress SEO by Yoast - Titles

Il campo title della pagina home è l’elemento più importante dell’intero sito. Deve quindi contenere le parole chiave più importanti e rappresentative dell’intero sito. Molti inseriscono solo il nome del sito, ma può avere un senso solo se si tratta di un nome molto famoso e molto cercato su Google (es. Apple). Per esempio utilizzare un titolo come “Nik’s Blog” non è una buona scelta: si può inserire, ma solo dopo alcune keyword, siccome il massimo valore viene attribuito alla prima parola. Io ho scelto il titolo “Dr.WordPress | WordPress News, Plugins e Guide” solo perché nel nome del sito c’è già la keyword WordPress, altrimenti l’avrei invertito con le parole successive (e non è detto che prima o poi non lo faccia…). La meta description invece deve essere una breve descrizione che condensi in poche parole il contenuto del sito per invogliare i lettori a visitarlo.

Nei post e nelle pagine invece si possono usare le variabili %%title%% e %%excerpt%% (in fondo alla pagina si trova l’elenco di tutte le variabili disponibili), che rappresentano rispettivamente il titolo e il riassunto del post o pagina. Come impostazione generale è una buona scelta, poi se necessario si può migliorare nei singoli casi per ottenere un miglior risultato. Alcuni aggiungono il nome del sito dopo %%title%%, ma se i titoli dei post mediamente sono abbastanza lunghi, diventa inutile perché si sfora il limite dei 70 caratteri presi in considerazione dai motori di ricerca.

 

WordPress SEO by Yoast - Titles 2

Più in basso troviamo le impostazioni relative alle tassonomie category e tag. Solitamente i titoli si possono impostare con %%category%% o %%tag%% seguiti dal nome del sito (%%sitename%%), ma, a seconda della tipologia del sito, può essere utile aggiungere altre parole chiave. Per le descrizioni si possono usare le variabili %%category_description%%%%term_description%%, a condizione di aver impostato le descrizioni dei singoli tag (Articoli->Tag Articolo) e categoria (Articoli->Categorie).

Si possono personalizzare anche gli archivi per data e autore, le pagine di ricerca e 404, ma la loro importanza è sicuramente inferiore. Anzi, come vedremo più avanti, è meglio disabilitare gli archivi.

Indexation

Questa pagina contiene tutte le opzioni di indicizzazione del sito, e sono davvero tantissime, ognuna spiegata nel dettaglio (ma sempre in inglese).

Indexation Rules

Se WordPress è impostato per  visualizzare nella home e nelle categorie i post per esteso, il plugin ci consiglierà con un messaggio in rosso di visualizzare solo il riassunto. Questo perché dal punto di vista SEO vengono applicate delle penalità per i contenuti duplicati, quindi è meglio seguire il consiglio. Per lo stesso motivo è opportuno attivare le seguenti opzioni:

  • Author archives: impedisce l’indicizzazione degli archivi per autore.
  • Date-based archives: impedisce l’indicizzazione degli archivi per data.
  • Subpages of the homepage: impedisce l’indicizzazione delle sottopagine della home, cioè quelle che si raggiungono cliccando sul link ai post precedenti o sulla pagina precedente se si ha la paginazione.
  • Subpages of archives and taxonomies: impedisce l’indicizzazione delle sottopagine di categorie, tag e archivi.
  • The login and register pages: impedisce l’indicizzazione delle pagine di login e registrazione (dal punto di vista SEO sono inutili).
  • All admin pages: previene l’indicizzazione di alcune pagine del pannello di amministrazione.

In questo modo si evita di disperdere il valore delle pagine principali (la home, la prima di ogni tag e categoria) sulle secondarie, che solitamente hanno molte parole chiave simili. Anche se le sottopagine non vengono indicizzate, i link presenti verrano seguiti, quindi non ci sarà mai il rischio che un post non venga trovato. Se poi non si usano le categorie e i tag come sistema di navigazione allora si possono attivare anche Category archivesCategory archives per non indicizzari (io per esempio non devo farlo perché sono fondamentali nella struttura del sito).

Internal nofollow settings

Il nofollow serve per comunicare ai motori di ricerca di non seguire un determinato link. Attivando queste due opzioni, di riduce il numero di link presenti in una pagina, aumentando di riflesso il valore degli altri.

  • Nofollow login and registration links: link alle pagine di registrazione e login.
  • Nofollow comments links: link alla sezione dei commenti.

Archive settings

Si possono direttamente disabilitare gli archivi per data e per autore attivando Disable the author archivesDisable date-based archives. Siccome sono molto simili alla pagina home e alle categorie, se non sono strettamente necessari è meglio disabilitarli, sempre per evitare contenuti duplicati. Non è il numero di pagine che migliora il SEO, ma i loro contenuti, la loro ottimizzazione e i link che ricevono da altri siti.

XML Sitemaps

Questa è la pagina di configurazione della Sitemap e cliccando su Check this box to enable XML sitemap functionality, la si attiva. Si possono scegliere quali tipi di post (articoli, pagine) o tassonomie (categorie, tag) escludere, ma, a meno di particolari esigenze, conviene lasciarli tutti. Può essere invece utile attivare i ping a Google, Bing, Yahoo e Ask.com, in modo da informare i motori di ricerca quando sono disponibili nuovi contenuti sul sito.

Permalinks

In questa pagina l’unica impostazione che trovo interessante è Redirect attachment URL’s to parent post URL. WordPress, quando si carica un’immagine, la salva sul database come un post con un indirizzo associato. Accedendo a questo si vede un post contenente la sola immagine e con title uguale al titolo dell’immagine. Se si sta lavorando bene lato SEO, allora il titolo dell’immagine conterrà delle parole chiave importanti che è assolutamente inutile sprecare su un post vuoto. Attivando l’opzione viene impostato un reindirizzamento da questo post, che non verrà più indicizzato, a quello in cui abbiamo effettivamente inserito l’immagine.

Internal Links

Questa pagina deriva dall’inclusione in WordPress SEO del plugin Yoast Breadcrumbs che esula dagli scopi di questa guida e quindi non verrà trattata.

RSS

Nella pagina RSS è possibile aggiungere codice HTML nei feed prima o dopo ogni post. Può essere utile per inserire dei banner o dei link verso la pagina home del sito. Oltre a questo si può disabilitare l’indicizzazione del feed dei commenti (noindex the comment RSS feeds) e attivare la notifica ai motori di ricerca ogni volta che viene aggiunto un elemento al feed (Ping the Search Engines with feed on new post).

Import & Export

Se si sta utilizzando un altro plugin SEO, allora si possono trasferire tutte le impostazioni, comprese quelle relative ai singoli post, su WordPress SEO. Viene supportata direttamente l’importazione da All in One SEO Pack e da HeadSpace 2, mentre per altri plugin o temi con supporto SEO si deve usare SEO Data Transporter.

Nel caso si voglia trasferire il blog o replicare le stesse impostazioni su un altro, è disponibile la funzione di esportazione che crea un file contenente tutte le informazioni.

Edit Files

In questa pagina si possono modificare i file robots.txt e .htaccess. Se non si è esperti è meglio non toccar nulla, in particolare nell’.htaccess: un solo errore potrebbe compromettere l’accesso al blog, richiedendo un ripristino via FTP.

  • http://puntokids.altervista.org miriam

    Ciao, questa guida è davvero interessante, io ho cambiato molti plugin seo prima di arrivare a questo, ma non mi sono mai trovata così bene!
    Grazie alla tua guida, inoltre, posso approfondire campi che prima ignoravo, facevo solo le cose essenziali…
    Grazie!

  • http://www.wiizard.it Slash

    Wow!!! è la guida più completa sull’ argomento che io abbia mai trovato! davvero complimenti! chapò.

    L’ unica pecca che trovo a questo plugin e che manca di I18N. Tolto questo, è sicuramente uno dei migliori che io abbia mai visto, se non forse IL migliore.

    Complimeti ancora per la guida!

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      Grazie dei complimenti, troppo gentile! Presto intendo scrivere una guida completa all’ottimizzazione SEO di un blog che, unita a questa, dovrebbe dare ottimi risultati!

      • http://www.wiizard.it Slash

        Quando una cosa è fatta magistralmente i complimenti non sono mai trippoi…proprio ora sto configurando il plugin sul mio blog!

        Sarebbe interessante anche tradurre i messaggi della Page Analysis in modo da facilitarne la comprensione a chi mastica poco l inglese…

        Seguirò con attenzione la tua prossima guida allora, dato che l argomento mi intriga parecchio.

        Ciao!

        • http://www.wiizard.it Slash

          scusami il doppio post ma ho una domanda.

          il campo title dell header va modificato cosi:

          oppure si può lasciare:

          tieni presente che non vorrei forzare il titolo.

          grazie e scusa il disturbo!

          • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

            Eheh, il filtro dei commenti non perdona…. dovresti inserire i tag del php come html entities per farli visualizzare. Comunque, se puoi, modifica il title come suggerito dal plugin: in questo modo sarà lui a gestirlo completamente, altrimenti può succedere che in alcune pagine non vengano fuori i title configurati (non so se è il tuo caso, non vedendo il codice, ma spesso succede )

        • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

          La traduzione dei messaggi pensavo di farla nel post dedicato all’ottimizzazione del contenuto, perché di fatto sono consigli validi che si trovano un po’ovunque (specialmente su SEOmoz)

  • http://www.wiizard.it Slash

    è si cavolo…mi sono dimenticato di mettere l attributo! scusami! grazie delle tue risposte!

  • http://www.comprooromigliore.it Loris Oro

    Ciao,

    usando questo plugin relativamente alla parte della sitemap, devo eliminare il plugin Google Sitemap.xml che ho già?

    Li lascio entrambi o non uso la parte della sitemap di WordPress SEO by Yoast?

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      Come funzionalità di sitemap, google sitemap è più completo, ma se non si hanno esigenze troppo particolari, entrambi garantiscono lo stesso risultato.

      Se usi già google sitemap, tieni la funzionalità sitemap di wordpress SEO disattivata. Squadra che vince non si cambia! ;)

  • http://www.attimpuri.it Sparajurij

    Ciao Niccolò, forse è cosa nota, forse inutile dirlo qui, FORSE è UTILE SAPERLO ma se metto la spunta in INDEXATION>ARCHIVE SETTINGS>Disable the date-based archives il plugin disabilita gli archivi mensili del nostro sito… ma non dovrebbe disabilitarne SOLO l’indicizzazione da parte dei SE?
    è un bug o è proprio lo scopo di quella funzione?

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      Non è un bug, è proprio quello lo scopo. Infatti per impedire la sola indicizzazione c’è l’opzione apposita tra le Indexation-Rules.

  • http://www.otherbox.net Michele

    Complimenti per la Guida… L’ho trovata utile e molto interessante… Grazie davvero! :)

  • http://novitadelgiorno.net vakho

    Ciao,ottima guida ma ho un problema con Focus Keyword,
    Nel campo Focus Keyword scrivendo ad esempio mouse tracer,mi da questo errore
    Your focus keyword was found in:
    Article Heading: No
    Page title: No
    Page URL: No
    Content: No
    Meta description: No

    però nel titolo del articolo ci sono quei due parole…come mai ? di sicuro avrò capito male qualcosa.
    Poi clickando su Find related .. non succede niente

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      A me le related keyword compaiono in automatico mentre digito la focus keyword. Invece per quanto riguarda l’analisi, prova a cliccare su “salva bozza”, dovrebbe aggiornarla. Prova anche ad aggiungere la keyword nel title, nel contenuto e nella meta description, per vedere se quei campi si aggiornano.

      • http://novitadelgiorno.net vakho

        che strano,non succede niente…grazie per la risposta

  • http://finalfantasyxbox.altervista.org/ fede

    Questo plugin sembra eccezionale!! Io fino ad ora ho usato all in one seo pack, che è il più conosciuto e funziona molto bene.
    Ammetto che però quest’altro mi attira molto.
    Si possono usare entrambi?
    Anche perchè ho quasi 300 articoli se disinstallo perdo tutti i dati.

    Come posso fare? Qualcuno potrebbe consigliarmi?

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      Non vanno usati insieme, altrimenti si fa casino non si hanno vantaggi. Se vuoi migrare a WordPress SEO, installalo e da SEO->Import & Export ti consente di trasferire tutti i dati di All in One SEO in modo del tutto indolore. L’ho fatto anche io qualche mese fa e non ho perso nulla. In ogni caso fai un bel backup del database prima di procedere per star sicuro.

  • http://finalfantasyxbox.altervista.org/ fede

    Grazie Niccolò per la tua risposta cosi veloce e precisa!
    Vorrei farti un’ultima domanda.
    Per importare da all in one seo a wordpress seo c’è questa opzione: Delete the old data after import? (recommended).

    Se la spunto mi cancella tutti i dati del vecchio plugin?
    E se poi volessi tornare al vecchio programma? Che inconvenienti posso avere se non la spunto?

    Grazie in anticipo

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      Se non cancelli i dati del vecchio plugin tieni occupato spazio inutile sul database. Se li cancelli non puoi più tornare indietro a meno di perdere tutto, anche se in realtà non c’è alcun motivo per tornare indietro ;)

  • http://finalfantasyxbox.altervista.org/ fede

    Allora non cancello nulla, tanto lo spazio nn mi manca ^^.

    Grazie per l’aiuto!!

  • Miss

    Ma posso inserire più di una parola chiave? Se si come? ^_^

    • Miss

      ovviamente parlo della Focus KeyWord… ne posso inserire solo una? Quindi tutte le parole chiavi che inserivo prima con All in One Seo sono inutili? Fungevano semplicemente da meta-keywords?

      • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

        In all in one seo le parole chiave fungevano solo da meta keywords, che ormai sono inutili. La focus keyword non ha alcuna utilità materiale (non viene inserita da nessuna parte) ma serve ai fini dell’analisi, in modo da poter ottimizzare l’articolo secondo i suggerimenti che compaiono. Una volta ottimizzato per una focus, cancelli quella e ne inserisci un’altra e l’analisi viene aggiornata. Ovviamente sei tu che devi ottimizzare a mano l’articolo, il plugin ti fornisce solo delle indicazioni.

  • http://www.blogger-per-scimmie.it Monkey

    Grazie infinite per questo articolo. WordPress SEO by Yoast ha fatto in modo che rendessi più creativo e meno macchinoso il corretto posizionamento dei miei articoli nei motori di ricerca e il tuo post ha migliorato la mia conoscenza sull’uso di questo fantastico pugin.

  • http://www.kiinastudio.it Ugo

    Ciao Niccolò sto seguendo passo passo la tua preziosa guida ma non trovo nella versione appena installata (1.0.3.) Forse non esiste più in questa versione?

    • http://www.kiinastudio.it Ugo

      come non detto, l’ho trovato…scusa ma la stanchezza gioca brutti scherzi :)

  • Paolo Marino

    Ciao Niccolò, complimenti per l’ottima guida sull’argomento, molto chiara anche per un neofita come me, ma purtroppo qualcosa non riesco a capirla? :)

    Nell campo title della pagina home (Titles) cosa inserisco, le keywords?
    Perchè ho visto che tu le hai inserite in questo modo: Dr.WordPress | WordPress News, Plugins e Guide
    ma no si dovrebbero inserire con le virgole ?

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      Nel campo title dovresti inserire sì le keyword, ma all’interno di un titolo che risulti anche leggibile (attenzione a non confondere con meta tag keyword che è tutta un’altra cosa). Puoi leggere questo articolo per avere le idee più chiare: SEO: come ottimizzare i title delle pagine e scegliere le parole chiave

      • Paolo Marino

        Grazie Niccolò sei stato di grande aiuto, ho letto l’articolo che mi hai segnalato e sto cominciando a vedere la luce.
        Ma perchè in Page Analysis nella prima riga viene segnalato in rosso questa frase:
        The keyword doesn’t appear in the first paragraph of the copy, make sure the topic is clear immediately.
        La keyword in questo caso dove devo inserirla?…sto impazzendo !!:)

        • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

          Significa che non compare nel primo paragrafo del testo del post ;)

          • Paolo Marino

            Scusami…e qual sarebbe primo paragrafo del testo del post? Dove lo trovo ? :)

          • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

            Sono le prime righe del tuo post

          • kekk

            ma anche se inserisco le keyword nelle prime righe il risultato non cambia

  • Miss

    perchè mi dà tutti no quando c’è un carattere speciale nel titolo, parola chiave o descrizione. Tipo un apostro?

  • Paolo Marino

    Ok, solo che nel primo paragrafo ho l’immagine, cerco di metterla prima.

    Volevo chiederti queste due cose, perchè non riesco a capirle:

    Quando inserisco nelle singole pagine i dati in Seo Title e Meta Description e dopo salvo e aggiorno la pagina, WordPress SEO by Yoast fa lui le modifiche in automatico? O dopo devo farle io manualmente?

    Google Analytics for WordPress sempre di Yoast, tu sai come eliminare o disattivare dal conteggio le proprie visite? O è possibile farlo su Google Analytics?

    Saluti e grazie
    Paolo Marino

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      Il title e la description impostate tramite WordPress SEO vengono aggiunte automaticamente all’html durante il caricamento delle pagine/articoli, non devi più fare nulla. Nel plugin di Google Analytics, se attivi “Show advanced settings” compaiono nuove impostazioni, cerca “Ignore users” e seleziona il livello minimo di utenti di cui non vuoi registrare le visite.

  • Paolo Marino

    Niccolò ti ringrazio di cuore, sei stato di molto, adesso vediamo se il mio lavoro porta qualche risultato :)

    Una volta che ho attivato la XML Sitemap, non c’è bisogno ogni volta che faccio delle modifiche nelle pagine di andare a salvare la XML Sitemap? Fa tutto lei in automatico ?!

  • http://blog.giallozafferano.it/lacucinaleggera Francesca

    Ciao! mooolto interessante il tutto però scusami io sono principiante e ci capisco poco e se posso ho bisogno di una mano.. grazie.. ho 2 blog non ho capito come devo fare per dare la precendenza ai miei blog. Per me è scritto un po’ troppo difficile potresti riassumere in breve?? grazie Io non parlo di questo
    our focus keyword was found in:
    Article Heading: Yes (1)
    Page title: Yes (1)
    Page URL: Yes (1)
    Content: Yes (1)
    Meta description: Yes (1)
    questo l’ho capito ma fatto ciò mi è sembrato che ci sono delle precedenze che si possono dare.. puoi aiutarmi?? infinitamente grazie!

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      Cosa intendi con precedenze?

  • http://blog.giallozafferano.it/lacucinaleggera Francesca

    Intanto grazie per avermi risposto… Io ho 2 blog solo ieri ho scoperto l’importanza del seo, in alcuni post mi da tutto yes e ok.. in altri no ma pazienza non posso torture la vita a nessuno. Ma perchè anche quando mi da tutti yes se cerco su google una mia ricetta non sempre appare??? mi è sembrato di capire che tu parli di precedenze nel senso che si possono mettere i propri post e farli passare avanti nei motori di ricerca. Ho capito male?? Grazie mille

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      La guida serve a creare un blog ottimizzato, poi ci vogliono tempo, contenuti e magari un po’ di link in ingresso da altri siti per riuscire a scalare la vetta. La guida deriva direttamente dalle impostazioni che ho fatto su questo sito (e su altri) e dopo 6 mesi posso dire di aver ottenuto ottimi risultati. Non aspettarti però rivoluzioni in pochi giorni. E ricorda sempre che i contenuti vengono prima di tutto! ;)

  • http://blog.giallozafferano.it/lacucinaleggera Francesca

    Cosa intendi per link in ingresso??

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      Intendo link verso pagine del tuo blog che si trovano su altri siti.

  • http://blog.giallozafferano.it/lacucinaleggera Francesca

    Scusami… tu dici questo:
    Focus keyword: si tratta di una parola chiave (formata anche da più parole) su cui focalizzare l’analisi della pagina. Nel momento in cui la si digita, il plugin in automatico ne suggerirà alcune basandosi sulle ricerche più frequenti di Google.
    ma a me non succede…perchè???

  • http://www.ipad-arts.it cutt

    Ottimo post: e vedo che arrivano commenti anche dopo mesi! Per cui ne approfitto, scusa ma sono proprio agli inizi con mio blog, per chiedere un chiarimento: poco tempo fa ho variato la struttura degli URL con /%post_id%-%postname%.
    Adesso un paio di post risultano 404 (Non Trovato) da Google Webmaster per cui sono andato nella tab Advanced di Yoast per fare un Redirect 301 ma non è chiaro… visto che l’URL dei post adesso è /%post_id%-%postname% cosa dovrei inserire nel campo 301 Redirect (prima la struttura URL era /2011/12/sample-post/)?
    Non che sia importante, ripeto sono agli inizi e basterebbe che Google riscansioni tutto, ma è per capire come funziona… Grazie!

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      Quel campo serve a reindirizzare il post verso un’altra pagina, quindi nel tuo caso non server, in quanto dovresti far reindirizzare un qualcosa non più esistente al post. Puoi utilizzare in alternativa il plugin redirection, ma per soli due post, soprattutto se sei all’inizio, non ne vale la pena. Lascia pure che Google faccia il suo lavoro.

      • http://www.ipad-arts.it cutt

        Infatti… grazie per l’aiuto! :)

  • bradipina

    Ciao, sto usando questo plug-in e credevo che la metadescription si sarebbe visualizzata anche quando condivido i post nei social network, invece compaiono solo l’immagine e il dominio del sito, ma non lo snippet. C’è qualche impostazione da sistemare?!?

  • bradipina

    no, scusatemi, ho risolto… dovevo abilitare l’OpenGraph!

  • http://blog.giallozafferano.it/chepassione/ martig

    Buonasera Nicolò…. sei stato molto chiaro nei tuoi articoli, ma io sono molto negata con il pc e faccio fatica a capire come mai quando cerco il mio blog su google la descrizione delle categorie è molto confusionaria, per favore potresti dare un’occhiata per capire meglio a cosa m i riferisco e chiarirmi cosa devo fare per sistemare il tutto ?
    il nome del mio blog è : Dolci e cucina …..che passione
    ti ringrazio tanto

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      Vai su Articoli->Categorie, quindi clicca su una delle categorie e modifica il campo “Descrizione SEO” inserendo la descrizione che vorresti veder comparire sui motori di ricerca. Una volta fatto su tutte, dovrai attendere qualche giorno prima che le modifiche abbiano effetto sui risultati delle ricerche.

  • http://www.ilblogdiniere.eu/ Niere

    Ciao ho provato a creare una sitemap con un sito ma nei link che escono fuori c’è sempre:

    link_sito/page/3/

    link_sito/page/4/

    ecc

    questo è normale oppure Google può penalizzare?

    grazie

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      è normale e serve a far sì che tutti gli articoli del tuo blog siano raggiunti da Google, anche quelli che stanno nelle pagine più vecchie. Possono penalizzare gli archivi di categoria, ma ho già trattato nel tutorial come gestirli.

  • Pingback: Wordpress Plugin: 5 consigli per ottimizzare e velocizzare il loro caricamento()

  • http://www.agevolazioniprimacasa.info Olliver

    Ciao Niccolò.

    Ti ringrazio innanzitutto per la guida che ho trovato molto interessante.

    Volevo porti un quesito.
    Ho installato il plugin di Yoast per ottimizzare un sito che ho aperto da poco.
    Sono passato, dopo il settaggio delle impostazioni generali, all’ottimizzazione delle singole pagine e ho incontrato alcune difficoltà.

    In particolare mi sono trovato bene per le pagine, come ad esempio le pagine di presentazione del portale, che contengono dei contenuti statici.

    Ho trovato invece come ti dicevo difficoltà per le pagine del portale focalizzate su un argomento del sito e che contengono articoli specifici su quell’argomento. Per tali pagine, infatti, non è presente, per lo meno a livello di interfaccia WP, alcun contenuto specifico, non essendo altro che un contenitore degli specifici articoli. Pertanto lo strumento di analisi fornito da Yoast mi dice che la pagina non è assolutamente ottimizzata.

    Facendo un esempio, in un sito di cucina, la prima pagina del Menu è “Pasta”.
    Ora, la pagina “Pasta” di per sè non contiene alcun contenuto specifico, e se anche inserissi un contenuto, tale contenuto non sarebbe visualizzato, perchè il template utilizzato per questa pagina consente la visualizzazione dei singoli articoli sull’argomento “PAsta”. Pertanto risulteranno ottimizzati tutti gli articoli in esso inclusi, e lo strumento di analisi di Yoast confermerà l’ottimizzazione dei singoli articoli, ma assolutamente non ottimizzata la pagina madre “Pasta”.

    Non so se sono riuscito a farmi capire.

    Fammi sapere,
    Ti ringrazio molto.
    Olliver

  • Daniela

    Ciao Nicolò,
    La guida è molto chiara. Grazie. Ti sottopongo un “piccolo problema”…ho installato il plug-in seguendo le configurazioni trovate in rete. Su un sito non ho avuto alcun problema, ma su un altro (che utilizzava Arras come Tema) mi sono ritrovata con error 404 (page not found) su tutte le pagine. Non riesco nemmeno più ad accedere al pannello di controllo per disinstallare il plug-in. Come posso fare? Grazie

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      Sembra che sia stato danneggiato il file htacess che regola i reindirizzamenti tra le varie pagine di WordPress, oppure che in impostazioni generali sia stato modificato l’indirizzo del blog.

  • http://www.driver-series.com Valentino

    Ciao! io è da tempo che ho un sito che si occupa di qualsiasi info e trucchi su videogiochi della serie ” DRIVER ” . Il problema è: quando ero con la piattaforma hosting BBLOGER di google io ero tra la prima o al massino la seconda pagina di google, ora che mi sono staccato da BBLOGER e ho comprato un dominio su tophost google per un pò ha continuato ha mettermi in seconda e poi ora proprio niente ne in seconda ne in decima ( io in BBloger non usavo ne SEO ne SITEMAP). Tra l’ altro il SEO l’ ho messo a regola d’ arte, perfetto, tutti i campi su yes tranne che su META DESCRIPTION che è su no, allora ho provato dopo giorni ha mettere la SITEMAP al posto del SEO…… E NIENTE, non so più cosa fare, sembra che quasi Google sia come prevenuto nei confronti del mio sito. Perche ?

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      Dovresti iscriverti ai Webmaster Tools di Google e cercare di capire dai dati che ti fornisce cosa non funziona.

  • Jack

    Ciao, ho l’impressione che WordPress SEO by Yoast vada in conflitto con il plugin W3 Total Cache. Sai qualcosa in merito? Se si, sapresti darmi qualche dritta per tenere attivi e funzionanti entrambi i plugin?

    grazie.

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      Non mi risulta. Che tipo di conflitto hai notato?

  • Daniela

    Ciao Nicolò,
    hai mai provato ad attivare contemporaneamente su un sito sia All in One SEO Pack e WordPress SEO by Yoast? Sai se vanno in conflitto?
    Ho notato che alcuni siti lo fanno e mi chiedo se questo aiuti il loro posizionamento nella SERP.

    Grazie.
    Daniela
    P.S: complimenti per il blog. Veramente interessante!

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      I plugin SEO non vanno attivati insieme, perché facendo le stesse operazioni, entrano in conflitto tra di loro. Ti consiglio di tenere WordPress SEO che trovo sia più completo.

  • http://www.acquiszioneimmobiliare.it alex

    Niccolò, ragazzi ho un problema che non riesco a risolvere:

    Ho impostato nel mio blog la creazione del permalink in modo personalizzato così: %/category%/%postname%

    bene, fin quando flaggo la categoria che desidero restituisca il permalink di mio gradimento tutto bene, esempio categoria “pippo” nome post “pluto” quindi: http://www.miosito.it/pippo/pluto (quindi tutto ok).

    Il problema avviene quando un secondo dopo la generazione corretta del permalik, per motivi relativi al mio blog, sono costretto a flaggare altre categorie che identificano detti articoli a seconda della scelta che sulla home trovano i visitatori,

    a quel punto cambia anche il permalink generato precedentemnete che andava bene!!

    E’ possibile rendere solo determinate categorie primarie in modo che non cambi il permalink quando flaggo le altre??
    o fare in modo che non cambi il permalink una volta generato anche se poi flaggo le altre?

    da non confondere con categorie genitore e figlio…non è quello il problema…
    grazie

  • http://www.talenticalcio.it Federico Pisanu

    Ciao Niccolò,
    ho un problema con la gestione delle pagine per autore da quando ho modificato il tema del sito (da Arras a Wp-Clear). Quando clicco sul nome dell’autore mi rimanda alla homepage invece che alla pagina dell’autore con i suoi articoli. Quando invece disattivo WordPress Seo ritorna tutto quanto normale (ho installato ora All in seo pack). Però non vorrei perdere quello che reputo il miglior plugin per il seo, quindi ti chiedo se puoi darmi una mano. Il sito è questo http://talenticalcio.it/ , mentre le impostazioni nella pagina autore del plugin WordPress Seo sono queste:
    Titolo del Template: %%name%% – %%sitename%%
    Template del Meta description: Author Profile of %%name%% at %%sitename%%

    Gli archivi non sono disabilitati :)

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      Prova a vedere se su SEO->Titoli & Metadati->Altro sono disabilitati gli archivi per autore.

  • Debora Melchionda

    Ciao Niccolò volevo chiederti informazioni riguardo a due cose che mi spuntano sempre nell’ “analisi della pagina” del SEO. Mi sapresti dire a cosa si riferiscono:

    – Nessuna marcatore di sottotestata (come ad esempio gli H2) appare nel testo.

    – Labbreviazione di questa pagina è troppo lunga, prova ad abbreviarla.

     Grazie in anticipo :)

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      Il primo messaggio significa che non c’è alcun tag H2, H3, H4 ecc. all’interno del testo. Potresti utilizzare degli H3 come titoli di paragrafo, ovviamente se il testo si adatta ad essere così strutturato. Per utilizzarli devi innanzitutto abilitare la seconda riga di pulsanti dell’editor visuale (basta cliccare su uno degli ultimi pulsanti della prima riga). Quindi seleziona il testo che vuoi far diventare H3 e dalla tendina dove trovi scritto “paragrafo” seleziona “testata 3″.

      Il secondo messaggio indica che il permalink è troppo lungo. Lo trovi nell’editor del post (subito sotto il titolo) e viene generato in automatico a partire dal titolo. Se è troppo lungo, clicca su modifica e accorcialo. Non farlo su post già pubblicati, altrimenti perdi l’indicizzazione, i like ed eventuali link in ingresso.

  • Francesco Colasuonno

    ciao. ottimo ed utile articolo. ho un problema… se vado nel menu seo>titolo e meta dati mi ritrovo solo con l’header e la pagina vuota… che devo fare???

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      Mai visto nulla del genere… Prova a cancellare il plugin e reinstallarlo.

  • Sarvadzo

     Trovo questo plugin molto pratico per chi non è molto esperto di SEO come me.
    Vorrei sapere, se è possibile, come si comporta con la creazione delle Meta Keywords, visto che ho l’impressione che non le crei (nonstante abbia selezionato l’opzione “use meta keywords tag”,o mi sbaglio?).

    Hanno effettivamente un’utilità?(le meta keywords)

    Ti chiedo questo perchè l’opzione per crearle è normalmente deselezionata, e sotto questa opzione c’è un messaggio del tipo “non so perchè dovresti usarle ma se proprio vuoi seleziona qui”.

    Grazie per questo articolo molto utile.

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      Non vengono create, ma devi specificarle tu nel singolo post. In ogni caso si tratta di un qualcosa di fondamentale 5/6 anni fa, ma totalmente inutile (secondo alcuni addirittura dannoso) ora.

  • Sarvadzo

    Grazie per il tuo chiarimento.
    Se posso approfittare della tua disponibilità vorrei sapere
    che cosa ne pensi, se lo conosci, del plugin SEO Platinum.

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      Se ti riferisci a questo 
      http://wordpress.org/extend/plugins/platinum-seo-pack/, a parte il fatto che è dato come compatbile fino alla 3.0.5, non lo conosco molto bene. Ho utilizzato per un breve periodo all in on SEO, ma poi ho preferito WordPress SEO che è più completo e, visti i risultati, non l’ho più cambiato. Ha tutto quello che serve.

  • Pietro Rosaci

    ho un grosso problema, salve a tutti…

    da ieri non riesco ad accedere più ad alcuna voce del plugin Yoast e non sto risolvendo in nessun modo!!! Ho prima disattivato, poi cancellato, eliminato ogni traccia delle sue cartelle nell ftp ma nulla: sotto ogni articolo la finestra di proprietà non “esplode”
    Non vorrei cambiarlo con altri poichè lo reputo il migliore da me provato!!!
    Urge aiuto, grazie mille, Pietro ;)

    • http://wordpress.altervista.org/ Niccolò Tapparo

      Succede solo con la finestra di WP SEO? Perché magari c’è un plugin che interferisce con il JS di WordPress che gestisce l’apertura dei box. Prova a disattivarli tutti tranne WP SEO.

  • http://www.facebook.com/lauraanna.franco Laura Anna Franco

    Buongiorno a tutti. Vediamo se qualcuno può aiutare una neofita inesperta :)

    Per me ci sono alcune cose totalmente incomprensibili:

    – la più importante: marcatore di sottotestata (come ad esempio gli H2). Questa frase per me è esattamente = abgfijkdsirjghfydjwmkelrg. Cosa vuol dire? Cosa sono gli H2?? Cos’è un marcatore di sottotestata?

    – Perché se io metto più di una parola chiave (e da come c’è scritto in questo articolo, si può fare), il SEO diventa immediatamente tutto rosso perché dice che non l’ho inserito da nessuna parte? (Ad es. se c’è scritto “ciao come va” sia come titolo, che come parola chiave, che come prima frase dell’articolo, a ma viene comunque il pallino rosso e la scritta “la parola chiave ciao come va non è presente da nessuna parte”.

    – Terzo e ultimo: Le immagini in questa pagina non presentano tag alt contenenti la tua la parola chiave / frase. Cos’è un tag alt??? Fino al tag ci arrivo… ma alt?? E come faccio a taggare un’immagine? Le ho dato un nome, le ho messo un link, possibile che ancora non basta?

    Quarta domanda: ma se wordpress era considerato facile e intuitivo (nell’introduzione), quelli considerati medi o difficili cosa sono? :D

  • Maria

    Ciao Niccolò!
    Ecco il mio dubbio: qual è la differenza tra focus keyword e i tag da inserire nell’articolo? Anche quelli servono ai fini SEO oppure no? Non vorrei incorrere a sovra-ottimizzazione. Tu cosa consigli di fare?
    Grazie mille

  • muelas

    ciao, quando ho questo plugin installato visualizzo la homepage duplicata (cioe due volte in verticale una sopra l’altra), credi sia un problema di incompatibilità?

  • http://www.silviafossi.it/ Silvia Fossi

    ho un blog su Wp e ci sto lasciando la testa da mesi. Il problema mio è creare le url, il loro percorso logico diciamo..
    Ho un problema e ci lasciando la testa.Uso WORDPRESS 3.5.1 col tema KIPPIS 1.15 Vorrei creare delle URL logiche, del tipo:
    Ho una PAGINA ( http://www.silviafossi.it/adozione-cani/ ) Sotto questa pagina, vorrei legarci la CATEGORIA cani e quindi, sotto la categoria cani, tutti gli ARTICOLI che scriverò sui cani. In modo da avere questo:http://www.silviafossi.it/adozione-cani/cani/titolo articolo
    In altre parole, quando aprirò la CATEGORIA, avròhttp://www.silviafossi.it/adozione-cani/cani/ e lì ci troverò tutti gli articoli.
    Bene, con WP non è possibile! vedo che riesce a legare solo DUE PAGINE chiamandole genitore e figlia Ma il problema rimane in quanto le pagine sono statiche, non mi ci aggiungono gli articoli dentro. Se invece credo la categoria madre e categoria figlia, si, me lo fa MA nella pagina categoria non mi ci fa scrivere; tu arrivi e ti trovi gli articoli e stop e questo,credo, per il seo non va bene.Cosa devo fare? Fischiare il pc dalla finestra o mandare al diavolo WP ?

  • Roberto Turi

    Ciao Niccolò,

    ho un problema con i feed sul sito http://nelnidodelfalco.altervista.org/, sto usando il tuo tema Arras ma non si visualizzano più i feed, cliccando sul pulsante mi esce questa stringa:

    Internet Explorer: impossibile visualizzare il feed
    Il feed contiene errori di codice.

    Non riesco a risolvere il problema… Potresti aiutarmi? Grazie